Chirurgia OSAS

A Roma, efficaci cure per la Sindrome delle apnee ostruttive durante il sonno (OSAS)

Presso lo studio del Dott. Arangio viene curata anche la sindrome delle apnee ostruttive durante il sonno (OSAS), descritta per la prima volta in campo medico nel 1965 come un’alterazione patologica caratterizzata da pause o interruzioni del respiro durante il sonno. Il fenomeno dell’apnea viene considerato anormale quando si prolunga per più di 10 secondi e si ripete più volte nel corso delle ore notturne, comportando gravi rischi per la salute del paziente che possono essere visibili anche durante la veglia.

Diagnosi accurata con la polisonnografia

La sindrome delle apnee durante il sonno può essere diagnosticata eseguendo un esame specifico chiamato polisonnografia: totalmente non invasivo, tale esame viene effettuato durante la notte e consiste nella registrazione continua e simultanea dei parametri cardiaci, respiratori, dello stato di ossigenazione del sangue e dell’attività cerebrale, così da determinare con sicurezza l’esistenza delle apnee e quali alterazioni provocano sul piano dell’apparato cardio-respiratorio e, soprattutto, sulla qualità del sonno, giungendo infine alla soluzione più adatta per curarle.

Trattamento delle apnee notturne

A seconda della gravità della patologia, il Dott. Arangio sceglierà la terapia più adatta tra quella comportamentale, posizionale, attraverso i dispositivi di avanzamento mandibolare (MAD), terapia con dispositivi ventilatori o la terapia chirurgica. Nel caso di intervento chirurgico è necessario eseguire una primaria valutazione clinica e strumentale, tenendo in considerazione le caratteristiche anatomiche del soggetto, il suo peso, le abitudini di vita ecc. Successivamente si interviene chirurgicamente (in prima battuta) sul setto nasale, sui turbinati inferiori e sul palato molle al fine di favorire il passaggio di una maggiore quantità di aria attraverso il primo tratto respiratorio. In altri casi è poi possibile avanzare i mascellari chirurgicamente (chirurgia bimascellare di avanzamento) per risolvere il russamento e l’apnea notturna. 
Share by: